SONETTI TRASECOLI CIRCUMTEVERINI SBIASCICATI DA PEPP'ER MOSHO*

(723~/1966)

 

@ sede anarchica MALATESTA

via bixio, 62

(esquilino - roma)

 

*) solido aka

 

__________________

«Il nostro linguaggio può essere considerato come una vecchia città: un dedalo di stradine e di piazze, di case vecchie e nuove, e di case con parti aggiunte in tempi diversi; e il tutto circondato da una rete di nuovi sobborghi con strade diritte e regolari, e case uniformi. [...] immaginare un linguaggio significa immaginare una forma di vita»

L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, 18-19, 1953